TAP DANCE ⇒ CREATIVITA'

La Tap Dance arriva in Italia col nome di “tip tap”, e, non essendo parte della nostra cultura artistica, è stata relegata per molto tempo a pochi momenti di “alto spettacolo”.

Il Tip tap è una parola onomatopeica e significa riprodurre il suono della battuta ritmicamente sul pavimento. Più precisamente è un’azione di percussione effettuata su un pavimento adatto (parquet) alternativamente col tacco e la punta delle scarpe.

Questi balli basati sul suono delle scarpe (podo-percussione), esistevano fin dal diciannovesimo secolo, ma pare che la loro patria sia l’Irlanda, dove si ballava la famosa “giga”(clog dance), già alla fine del 1500, che in seguito diventò danza di corte. La clog dance la ballavano i contadini nelle ricorrenze più importanti uno per volta dentro ad un cerchio di persone, in modo particolare, ovvero stando fermi con le braccia e usando soltanto i piedi con degli zoccoli che venivano battuti sul pavimento ad alta velocità sui ritmi del “reel” e della “giga”. Poi divenne un ballo di coppia e quindi si aggiunsero anche i movimenti delle braccia. Da questo ballo è nato il Tip tap.

Si dice che gli Irlandesi emigrarono negli USA e  portarono con loro, per non perdere le tradizioni, questo ballo nuovo per gli americani. Subito alcuni musicisti e danzatori afro-americani furono incuriositi ed insieme agli Irlandesi più preparati ne ricavarono una nuova danza chiamata “Tap Dance”, ballandola per le strade newyorkesi, creando dei veri e propri momenti di socializzazione tra diverse etnie.

La "sfida" - in cui i ballerini di tip tap si sfidavano a vicenda in un "duello" danzante - era stata una parte importante dell'educazione del ballerino di tip tap sin dall'inizio. 

La Tap dance si cominciò a conoscere quando un impresario afro-americano agli inizi del 1900 cominciò a produrre spettacoli basati su questo ballo e con le sempre più numerose esibizioni nei locali e nei teatri, arrivò anche nei film Hollywoodiani tra gli anni ’30 e ’50, diventando un ballo di moda grazie a ballerini molto bravi, tra cui possiamo ricordare Fred Astaire e Ginger RogersGene Kelly, Shirley Temple (Riccioli d’Oro) e tanti altri meno noti al grande pubblico ma altrettanto bravi.

Ma non pensare che il Tip Tap si sia fermato a Fred Astaire! Assolutamente falso!
Il Tip Tap oggi è molto di più. Si è enormemente evoluto ed oggi si è contaminato con gli stili più contemporanei: matrimonio perfetto infatti è il suo con il mondo dell'Hip Hop. In Italia è uno stile sottovalutato e poco conosciuto dal grande pubblico; eppure è una danza che ha molto da offrire, praticata da danzatori italiani di altissimo livello. E' uno stile che sa davvero entusiasmare con i suoi ritmi e le sue coreografie acrobatiche. Sa sorprenderti.
La  CREATIVITA' è la base su cui il Tip Tap continua ad evolversi nel ricercare nuovi sviluppi.
E' davvero l'unico stile che permette all'artista di portare in scena un'esibizione di alto livello, in modo perfetto, anche senza l'utilizzo dell'accompagnamento musicale. Ad esempio, grandi compagnie come gli STOMP portano in scena interi spettacoli entusiasmanti senza l'utilizzo di alcun strumento musicale.
Rispetto agli altri stili (classica, moderna, contemporanea) solo una minoranza dei giovani danzatori italiani sceglie di studiarlo ed è un vero peccato perchè in molte audizioni-casting per le produzioni di importanti Musical, il Tip Tap viene spesso richiesto. Peccato perdere queste occasioni d'ingaggio!
Questo succede perchè il Tip Tap lo si vede poco in TV e questo sicuramente non aiuta ad avvicinare il grande pubblico.
Gli "addetti ai lavori" sono i primi a sottovalutarlo.
Il Tip Tap deve essere riscoperto e rivalutato e poi ... lo amerete tutti alla follia!

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere subito tutte le novità

close

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere subito tutte le novità