BALLO LISCIO ⇒ Tradizione 

Il ballo liscio è un ballo di coppia nato in Romagna tra la fine del XIX secolo e i primi decenni del XX secolo che col passare degli anni si è diffuso in tutta Italia con prevalenza per l'Italia del Nord e comprende tre danze: Mazurca, Valzer, Polka. Deve il suo nome alle movenze dei ballerini che usano scivolare, strusciare i piedi, quindi andare via liscio.

Il liscio romagnolo è caratterizzato da un'esecuzione brillante e veloce dei brani scritti principalmente per violino, clarinetto in Do, sassofono e successivamente per voce. È il liscio più conosciuto, soprattutto grazie al brano che ha dato il via al "fenomeno liscio", Romagna mia (Secondo Casadei 1954), ed allegro, grazie al tipico sound dato dall'unione del sax e del clarinetto in do.

Esiste anche la variante del liscio emiliano che non si basa sui fiati ma sulla fisarmonica (in origine, l'organino bolognese). I valzer bolognesi erano in origine velocissimi. Il liscio emiliano comprende le "Danze filuzziane", note anche come liscio bolognese.

Altra variante è il liscio piemontese, liscio tradizionale piemontese, è più lento di quello romagnolo ed eseguito principalmente da fisarmonica, clarinetto in do, sassofono e voce. Il luogo prediletto del ballo liscio è la balera, grande salone adibito a pista da ballo con servizio bar.

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere subito tutte le novità

close

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere subito tutte le novità